Aggressività animale

In caso di manifestazioni di aggressività di un gatto o di un cane è indispensabile rivolgersi ad un veterinario specializzato in patologie del comportamento animale. Solo il medico è in grado di visitare l'animale e segnalare eventuali patologie organiche responsabili di comportamenti inappropriati. Se l'animale è affetto da problemi comportamentali di origine nervosa o derivanti da stati di sofferenza è indispensabile far precedere la terapia più adatta prima di iniziare un programma di rieducazione. Se il problema è strettamente comportamentale si imposta un protocollo di correzione, eventualmente impiegando farmaci che tolgano lo stress e l'ansia al cane ovvero che limitino le sue capacità di reazione violenta. Se non è presente alcuna lacuna nell'animale ma il proprietario, al primo impatto con l'animale, non sa come mettere in pratica dei validi principi di educazione, sta alla discrezione del veterinario impostare un programma di deferenza. Il principio base, fondamentale, per una buona educazione dell'animale è quello della rispetto. L'animale ha la necessità di una guida sicura, autorevole ed amorevole, decisa nelle scelte, coerente nei comportamenti, chiara nei comandi e determinata nel fare rispettare le precedenze e le gerarchie. Un proprietario non deve picchiare il proprio animale (il dolore non fornisce indicazioni, anzi apre la strada verso una comunicazione molto pericolosa, fondata sulla forza fisica, a discapito di quella psicologica), non deve urlargli gli ordini (se un animale è sano ci sente benissimo: se non li esegue non è perché non li sente, ma perché non ha fiducia in chi li impartisce), ma deve indurlo ad eseguire gli ordini innanzitutto per trarne un profitto immediato e tangibile, in seguito per trarne un vantaggio emotivo: sapere di avere accontentato la sua guida, di meritarne la stima.


Alberto FRANCHI
Ambulatorio Veterinario Borgo Venezia - Verona
Ambulatorio Veterinario Avesa - Verona

TORNA INDIETRO