Come scegliere un cane?

La scelta di un cane comporta il rispetto per l'animale, tempo da dedicargli, spese per la sua corretta nutrizione, alcuni oneri per le cure e le profilassi veterinarie, pazienza ed impegno per l'educazione da impartirgli, senso di responsabilità sia verso l'animale, sia verso terzi: si tratti di persone o di altri animali.Non sono passi da compiere con leggerezza, ma soppesando le impagabili soddisfazioni che dà un cucciolo (ed in seguito un cane adulto) con gli obblighi e le rinunce che una corretta conduzione comporta e comporterà per una vita insieme. Uno dei più frequenti errori in cui si rischia di incappare è quello di trattarlo da giocattolo, con la probabilità di provocargli danni fisici e psicologici, oppure di trattarlo da persona, umanizzandolo e conferendogli attributi che non gli sono consoni. Lo stile di vita del proprietario è fondamentale per orientare la scelta del nuovo cane, molto più della metratura a disposizione nella casa e nel suo eventuale giardino. Infatti un cane potrà sopportare abbastanza bene i ristretti spazi di un piccolo appartamento se verrà condotto, più volte nella giornata, a fare lunghe passeggiate. Anche la razza ha la sua importanza. L'autorità che si ritiene di poter esercitare sul cane è uno dei fattori determinanti nella scelta della taglia: un cane di media-grossa mole sarà più difficilmente contenibile e potenzialmente più pericoloso di uno piccolino, se non si è in grado di orientare il suo carattere ed il suo comportamento verso la mansuetudine. Quindi: è indispensabile informarsi bene riguardo al tempo, alle cure, all'igiene, all'educazione da riservare ogni giorno al cane e responsabilizzarsi in modo da non trasformare l'adozione di un cane in un capriccio passeggero.


Alberto FRANCHI
Ambulatorio Veterinario Borgo Venezia - Verona
Ambulatorio Veterinario Avesa - Verona

TORNA INDIETRO