Come giocare con un animale?

Quando giochiamo con il nostro animale è utile impostare l'attività seguendo dei criteri che formino il carattere del cane, favoriscano la sua socializzazione, preservandolo da stimoli che possano sviluppare od accrescere la sua aggressività.Un animale giovane può manifestare aggressività nel gioco già al suo arrivo in famiglia.Talvolta è l'inconsapevole proprietario a risvegliare ed accrescere la propensione per il gioco violento nell'animale.Iniziare correttamente è molto facile: se un proprietario si trova alle prime esperienze o desidera ricevere informazioni utili riguardo al comportamento canino e felino non è da escludere il ricorso alla consulenza di un medico veterinario.Gli errori più frequentemente commessi sono: l'eccessiva sottomissione alla volontà del cane, lo sconsiderato incoraggiamento al gioco violento, la scarsa conoscenza dei comportamenti da tenere per disciplinare la gerarchia nei rapporti con l'animale.Il proprietario non dovrebbe offrire mani, gambe, vestiti ai morsi del cucciolo per relazionarsi con esso.Meglio interagire con oggetti e giocattoli appositi.Concetto fondamentale è decidere quando iniziare e terminare il gioco.E' importante non lasciare l'iniziativa al cane.Se un animale, durante il gioco abbaiasse, emettesse ringhi, miagolii, soffiasse o giungesse a mordere il proprietario, sarà necessario sospendere immediatamente il gioco ed interrompere la relazione con l'animale, imponendo la calma e la tranquillità totale per qualche tempo.Soprattutto i proprietari maschi incoraggiano il gioco violento degli animali.E' un'abitudine da correggere al più presto.Nel caso di un animale già tendente al morso e all'aggressività in genere, è opportuno valutare la possibilità di colloqui con veterinari che si occupano di patologie comportamentali al fine di ricevere le informazioni corrette.


Alberto FRANCHI
Ambulatorio Veterinario Borgo Venezia - Verona
Ambulatorio Veterinario Avesa - Verona

TORNA INDIETRO